martedì 14 settembre 2021

Batching per multipotenziali: più risultati nei tempi giusti (i tuoi)

Sono tanti gli strumenti e le tecniche per migliorare la tua produttività, cioè per fare progressi nella vita quotidiana e nei tuoi progetti senza sprechi di risorse – soprattutto di tempo e di energie. Tra tutti prediligo le tecniche di timeboxing ("scatole di tempo") per gestire i progetti, e di timeblocking ("blocchi di tempo") per gestire gli impegni quotidiani. Il batching è una di queste.

BATCHING

Batching è un verbo inglese che significa "raggruppare", ma rende molto bene l'idea se tradotto con la locuzione "in serie". Quando fai batching, stai raggruppando un insieme di attività per svolgerle in serie, cioè una dopo l'altra senza interruzioni, in un determinato periodo di tempo.
  Ho incontrato questo termine per la prima volta mentre leggevo il libro 4 ore alla settimana di Timothy Ferriss.

Le attività svolte in serie devono avere delle caratteristiche precise:

  • categorie – Fanno parte della stessa tipologia, cioè sono simili tra loro. Per esempio, scrivere testi per un blog, una rivista o Instagram;
  • risorse – Hanno bisogno degli stessi strumenti, materiali e supporti per essere svolte. I testi sono scritti su computer, altri dispositivi elettronici o quaderni, con tastiere di ogni genere e tipo, penne o matite;
  • tempo – Sono svolte in intervalli di tempo precisi e dedicati solo ed esclusivamente a una tipologia di attività. La scrittura dei testi, per esempio, avviene ogni primo lunedì del mese, per sei ore di seguito.

Con il batching migliori la tua multi-produttività, elimini lo stress, fai chiarezza nelle idee e aumenti la tua soddisfazione personale. Soprattutto ti aiuta a instaurare delle buone abitudini:
  • una cosa alla volta – Limiti le distrazioni, perché sai che in quelle ore lavori solo a quello, ed eviti di interrompere ciò che stai facendo per fare altro;
  • focus – Mantieni alta la concentrazione, perché il tuo cervello è impegnato in un unico tipo di attività e quindi non richiede uno sforzo per cambiare;
  • intenzione – T'impegni per finire il tuo compito entro quel lasso di tempo, perché l'hai stabilito a priori e sai che alla fine otterrai un certo risultato;
  • stima del tempo – Ti alleni a calcolare quanto tempo ti serve per svolgere un tipo di attività, perché ti è utile in futuro non solo per pianificare, ma anche per valutare miglioramenti.

BATCHING E MULTIPOTENZIALI

Questa tecnica è perfetta per noi multipotenziali, perché si adatta ai diversi livelli di varietà di cui abbiamo bisogno. Te lo spiego meglio con un esempio, cioè come utilizzo il batching durante la settimana e le singole giornate.
  Il mio livello di varietà è di tipo misto, direi "lento con brio": sono un tipo Fenice, quindi per certi aspetti il mio bisogno di varietà è molto calmo, ma fare ogni giorno le stesse cose m'intristisce, perciò cambio spesso. Per ora il metodo che funziona con me è questo:
  • divido ogni giorno in due parti, una per il lavoro "dietro le quinte" e una per il lavoro "vero" e lo studio. Di solito al mattino scrivo testi, fotografo, programmo, progetto, pianifico, mentre nel pomeriggio lavoro con le clienti e faccio ricerca;
  • dedico ogni giorno della settimana a una categoria di attività e a un progetto diversi. Di solito il lunedì è per la scrittura dei testi e il progetto Tempo, il martedì per incombenze varie e il progetto Multipotenzialità, il mercoledì per grafica, programmazione e il progetto Paroladordine, il giovedì per il progetto Archeo-turismo, il venerdì per la burocrazia e il progetto Mindfulness.

Ti faccio un altro esempio: Sara (il nome è inventato), nel pomeriggio quando torna dal lavoro e nel fine settimana, ha molti progetti da portare a vanti, tra corsi, un nuovo diploma e attività creative. Vorrebbe farli tutti ma, a parte quelli organizzati da altri con orari ben definiti, non sa da quali iniziare, entra in confusione e le sembra di non avere tempo per nulla. Le ho suggerito qualche tecnica di timeblocking, finché ho visto i suoi occhi illuminarsi mentre le spiegavo come utilizzare la Tecnica del Pomodoro: Sara ha un bisogno di varietà molto rapido e l'idea di dedicarsi ogni giorno ai vari progetti per solo venticinque o cinquanta minuti per ciascuno l'ha fatta sentire bene.

Lo ripeto sempre, perché è molto importante: ogni persona multipotenziale è diversa dalle altre. Si può identificare con una tipologia predominante (Abbraccio, Alternanza, Einstein o Fenice) e al contempo riconoscersi in varie combinazioni e sfaccettature che la rendono unica.
  Ogni multipotenziale ha il suo ritmo (da lento a veloce), il suo livello di varietà (da simultaneo a sequenziale), un contesto e delle circostanze attuali (cioè valide solo adesso o nell'immediato futuro) ed esigenze occasionali.

Perciò per trovare il tuo batching ideale, ti suggerisco di provare e tentare vari intervalli di tempo e, se è il caso, mescolarli tra loro (come faccio io): un giorno intero al mese (più o meno sei o otto ore di fila), oppure una diversa categoria di attività per ogni giorno della settimana o, ancora, mezza giornata. Dipende dal tipo di compiti da svolgere, da quanto durano, da quanta energia ti richiedono per farli in serie e dal tuo multi-ritmo.
  Se ti piace sperimentare, trovare la tua soluzione organizzativa è un'ottima occasione per farlo. Non te ne pentirai: il batching è un buon sistema per migliorare la tua produttività, ottenere i risultati che desideri in ogni tuo progetto e raggiungere i tuoi obiettivi con serenità, senza perdere tempo né concentrazione.

Preferisci una guida che ti accompagni in questa ricerca? Dai un'occhiata alla mia consulenza Flora, è fatta per te!


Batching per multipotenziali: più risultati nei tempi giusto (per te) | Paroladordine

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...