martedì 24 agosto 2021

Ti consiglio un film: Questione di tempo

Oggi ti consiglio un film: Questione di tempo, scritto e diretto da Richard Curtis, sceneggiatore, regista e produttore britannico.
  Ho una vera passione per i film, le serie tivù e i libri che trattano di tempo in ogni sua forma, e mi diverto a scovarne sempre di nuovi. Ho scoperto Questione di tempo questa primavera e me ne sono subito innamorata (che dalle mie parti significa: l'ho visto almeno un paio di volte di seguito).

Racconta la storia di Tim, un giovane che scopre dal padre che gli uomini della sua famiglia hanno il potere di viaggiare nel tempo, ma solo nel passato e non nel futuro. Il padre l'ha usato per stare di più con la sua famiglia e leggere tutti i libri. Tim, invece, ha deciso di usarlo per trovare l'amore, cogliere le occasioni e correggere eventuali "errori" lungo la strada.

A un certo punto il padre gli spiega la sua ricetta personale della felicità: vivere due volte lo stesso giorno, ogni giorno; la prima volta così come viene, nel bene e nel male, la seconda volta rifacendo tutto senza cambiare nulla, per gustarlo fino in fondo.

"E così mi ha svelato la sua ricetta segreta, della felicità
La prima parte del programma è fare la mia solita vita, vivendo giorno per giorno come fanno tutti.
Ma poi c'è la seconda parte del programma di papà: mi ha detto di vivere due volte lo stesso giorno, senza cambiare quasi niente.
La prima volta con tutte le tensioni e le ansie che ci impediscono di vedere quanto sia bello il mondo, e la seconda vedendolo."


Tim però va oltre e ci racconta la sua ricetta della felicità:

"E alla fine credo di aver imparato la mia ultima lezione dei viaggi nel tempo, e ho persino superato un po' mio padre.
La verità è che ora non viaggio più nel tempo, neanche pre un giorno.
Provo solo a vivere quel giorno come se avessi deciso di tornare a quel giorno, per godermelo come se fosse l'ultimo giorno della mia straordinaria, normalissima vita." 


Di questo film mi piace tutto: il tema, la sceneggiatura, la regia, la scelta degli attori, la fotografia, gli ambienti, le risate che mi fa fare (inevitabile con certi film britannici) e la commozione che mi suscita. Non solo, mi piace per il suo significato, per la lezione che insegna con la leggerezza di un sorriso.

"Viaggiamo tutti insieme nel tempo, ogni giorno della nostra vita.
Possiamo solo fare del nostro meglio per gustare questo viaggio straordinario."


Te lo consiglio perché, tra una risata e un paio di lacrime, ti permette di fermarti a pensare a una cosa importante: come vuoi vivere il tuo tempo.
  Se avessi questo potere, come lo useresti? Forse per dedicarti a più progetti contemporaneamente con serenità oppure per stare con chi ami e nel frattempo fare ciò che ami o, ancora, a trovare l'equilibrio tra piaceri e doveri.
  Soprattutto questo film ti invita a chiederti: sto facendo del mio meglio per gustare la mia vita? 


Ti consiglio un film: Questione di tempo | Paroladordine


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...