martedì 22 giugno 2021

L'entusiasmo multipotenziale e l'esaurimento delle risorse personali

L'entusiasmo e l'esaurimento sono due facce della stessa medaglia, due effetti diversi e opposti della multipotenzialità.
  Più o meno succede così:
fase uno, l'entusiasmo – la tua innata curiosità ti spinge a conoscere di più, in profondità o in estensione, a incontrare nuovi argomenti da approfondire e ogni ricerca è fonte di molteplici scoperte, che diventano intuizioni, idee e progetti;
fase due, l'esaurimento – i progetti si trasformano in nuovi impegni, fatti di piccole attività quotidiane che si sommano a quelle tipiche di una persona adulta, e troppe cose cui pensare e da fare ogni giorno consumano tutte le tue energie.
  In poche parole, un entusiasmo smisurato porta all'esaurimento delle risorse personali.


ENTUSIASMO – ESAURIMENTO

Sono due parole dal significato molto diverso e in comune hanno solo due cose: iniziano entrambe per E e noi multipotenziali le conosciamo molto bene (ohibò).

Entusiasmo deriva dal termine greco antico enthòs, la condizione di sacerdoti, indovini e poeti quando sono invasati da una forza divina. Hai presente la pizia, sacerdotessa dell'oracolo di Apollo a Delfi? Ecco.
  Oggi lo usiamo per esprimere il forte desiderio gioioso nei confronti di qualcosa (o qualcuno), quell'impulso a tuffarci in cose nuove e splendide. Scommetto che non hai bisogno di definizioni per sapere cos'è.

Esaurimento invece deriva dal verbo latino exhaurire, che significa attingere tutto il contenuto da un contenitore, fino a svuotarlo completamente. L'immagine è molto eloquente.
  Il termine spiega sia l'atto dell'esaurire, quindi lo svuotamento di qualcosa; sia l'effetto dell'esaurire, perciò la fine, il termine, soprattutto riguardo alle nostre risorse personali, quando ci troviamo affaticati, incapaci di concentrarci e senza energie.


EFFETTI COLLATERALI

L'eccessivo entusiasmo crea alcuni problemi tipici dei multipotenziali:

  • non avere priorità
    Significa essere travolta dal "tutto adesso": vuoi fare tutto – non solo i progetti presenti, ma anche quelli lasciati nel passato e quelli per il futuro! – pur consapevole di poterne portare avanti solo alcuni (molti, in realtà). 
    Quando scegli i tuoi progetti prioritari, dai valore a ciò che è davvero essenziale e importante per te, e acquisisci la sicurezza di lavorare alle cose giuste in questo momento;
  • non avere tempo
    Significa sentirti sopraffatta dagli impegni: ti senti persa in una mare di cose da fare, sprechi le tue ore a decidere da dove iniziare e diventi meno produttiva.
    Quando ti organizzi, impari a gestire attività, scadenze, lavoro e passioni, a trovare l'equilibrio tra esplorazione e risultati, tra struttura e libertà, trovi un sistema su misura delle tue giornate, dei tuoi ritmi naturali e del tuo bisogni di varietà;
  • non fare progressi
    Significa arrendersi alle molteplici attività: non riesci a concentrarti su più progetti, fatichi a gestirne tanti e rischi di bloccarti, invece di portarli avanti e ottenere i risultati desiderati.
    Quando sei produttiva, eviti le distrazioni, sperimenti e trovi come rendere efficienti i processi per concretizzare le tue idee, sfrutti le tue risorse personali senza sprecarle.

Se superi il limite e consumi tutte le tue energie, l'esaurimento ne provoca altri:
  • stanchezza e spossatezza, nervosismo, mancanza di concentrazione e attenzione, mancanza di ispirazione, intuizione e creatività, chiusura a nuove esperienze e opportunità.
    Quando impari a mantenere le tue energie a un buon livello e a ricaricarle con costanza, sei in grado di arginare i troppi pensieri (e la negatività), rallentare i tuoi ritmi e produrre nuove idee e illuminazioni improvvise.


Scegliere che cosa fare, ancor prima di decidere come farle, per noi multipotenziali è fondamentale: non solo per usare bene il nostro tempo prezioso, ma anche per evitare il rischio di sovraccarico e di esaurimento delle energie fisiche, mentali e delle nostre risorse personali. Se ti sovraccarichi, la confusione ti blocca; se ti esaurisci, la stanchezza ti toglie lucidità ed entusiasmo. E non è quello che vuoi, vero?
  Scegliere che cosa fare è il primo passo per organizzarti nel tempo e ritrovare la serenità.

Se vuoi imparare a scegliere le tue priorità, organizzare gli impegni nel tempo e trovare il tuo metodo per essere produttiva, sappi che tra un paio di giorni ho una sorpresa per te: te la svelo giovedì 24 giugno sui miei canali Facebook, Instagram e tramite il Bollettino di Paroladordine (non sei ancora iscritta? Sei ancora in tempo!). 


L'entusiasmo multipotenziale e l'esaurimento delle risorse personali | Paroladordine


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...