martedì 22 dicembre 2020

Il tempo per i multipotenziali

Il tempo è sempre lo stesso: scorre lungo la sua strada senza mai fermarsi né curarsi di ciò che accade. Forse è per questo motivo che "il tempo guarisce tutto": mentre passa, le circostanze cambiano e cambiamo anche noi con le nostre emozioni e sensazioni.

La percezione del tempo è sempre diversa: non solo per ciascuno di noi, ma anche per ogni situazione vissuta da ciascuno di noi. Secondo l'intensità e la qualità delle nostre emozioni, il tempo sembra essere più veloce o più lento e in alcuni casi pare quasi fermarsi in una piccola bolla di eternità.

Anche il modo di riempire il nostro tempo è diverso: alcuni hanno paura del vuoto, altri davanti a troppe scelte vanno in confusione, certi non fanno i conti (e aggiungono più cose da fare di quante ore abbiano) e altri ancora dicono solo di sì.
  Ecco alcuni esempi:

  • horror vacui – dal latino, "terrore de vuoto"; è la frase usata per esprimere un concetto filosofico, secondo cui in natura non esistono spazi vuoti perché la natura detesta il vuoto! Allo stesso modo alcune persone detestano il tempo "vuoto" da impegni e cose da fare, e preferiscono riempirlo di qualsiasi cosa (qualsiasi) pur di non rimanere da soli con se stessi e i propri pensieri;
  • sì, certo! – è la frase usata dalle persone che dicono sempre di sì alle richieste altrui (famigliari, parenti, amici, conoscenti, colleghi, capi), un po' perché a loro piace sentirsi indispensabili, un po' perché a dir di no si sentono subito in colpa. Così riempiono il loro tempo di cose da fare di altri e per altri, e rimane a loro quasi nulla per dedicarsi a sé;
  • faccio io – lo dicono quelli che non chiedono aiuto e non delegano mai, nemmeno le attività più ostiche, perché non si fidano degli altri e credono di essere gli unici a saperle fare bene. Così si ritrovano da soli con una montagna di impegni che, immancabilmente e con frustrazione, non riescono mai a completare;
  • oplà! – è l'espressione usata dai bambini quando saltano; forse anche da alcune persone mentre saltano da un'attività all'altra. Sono piene di cose da fare e, invece di iniziarne una e completarla, preferiscono passare da una all'altra e a un'altra ancora, senza mai concluderne alcuna. Così riempiono il loro tempo, sono indaffaratissime, ma a fine giornata sono stremate e con ancora tutto da finire;
  • non so – è la frase ripetuta più spesso da chi non sa prendere una decisione. Di fronte a una serie di attività importanti e urgenti, impiega il suo tempo a cercare di capire che cosa sia meglio fare prima e che cosa dopo. Così il tempo passa senza decidersi e si ritrova a fare attività scelte da altri.

Se non ti sei ritrovata in nessuno di questi esempi, forse sei una persona multipotenziale.
  Per i multipotenziali il tempo è come una valigia morbida, in cui inserire tutto ciò che amano, li incuriosiscono e vogliono assolutamente avere sempre con sé: da rettangolare, la valigia si trasforma presto in un Barbapapà con rotelle!

Per tutti usare bene il tempo significa trovare l'equilibrio tra i doveri (cura di sé e della casa, incombenze familiari e lavorative) e i piaceri (divertimento, riposo, spensieratezza, interessi).
  Per i multipotenziali significa aggiungere altri elementi: l'esplorazione di nuovi mondi, l'immersione nel lavoro costruito su misura per sé, la gioia della scoperta, della conoscenza e della pratica di cose nuove, la dedizione alle proprie passioni e ai tanti interessi..
  Tutto il resto rischia di passare in secondo piano, soprattutto la salute: perché le ore passate a lavorare, studiare, approfondire, fare, consumano energia mentale e fisica, a lungo andare ne esauriscono le scorte e, se non ti imponi di ricaricarle, rischi di bloccarti.

Questo periodo particolare, poi, ha peggiorato la situazione: lavorare da casa senza orari imposti dall'esterno è difficile, mentre è facile cadere nella tentazione di inseguire la propria curiosità e cercare in internet e tra i libri nuovi argomenti, nuovi interessi e nuove passioni.
  Così oltre al carico di lavoro da gestire da sola, ti ritrovi anche con mille altre attività seducenti che ti rubano tempo ed energia. A fine giornata sei stanca, la testa è piena di confusione, ti senti in colpa per non aver concluso molto... Il tuo tempo è talmente pieno di cose da fare che ti sembra di essere arrivata al punto di non ritorno.

C'è sono una cosa da fare: andare oltre e cambiare il tuo rapporto con il tempo. Hai bisogno di organizzarti e riconoscere le tue priorità, quali progetti seguire adesso e quali in futuro, in quanto tempo ricaricare le tue energie (non una tantum, ma ogni giorno), di trovare l'armonia tra tutti gli elementi che compongono la tua ricca e variegata vita.

Se hai bisogno di un aiuto concreto, scrivimi: sono multipotenziale anch'io (so che cosa stai provando) e conosco le tecniche e i metodi organizzativi che ci possono rendere la vita più serena. 

Paroladordine il tempo per i multipotenziali professional organizer


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...