martedì 19 maggio 2020

La salute e l'organizzazione personale

Quando anni fa ho iniziato a organizzarmi, mi sono accorta che dopo stavo bene: zero nervosismo, zero ansia, zero confusione, ma solo chiarezza, sicurezza e tranquillità.
  L'organizzazione personale funziona così, come uno straccio imbevuto di acqua calda saponata che scioglie lo sporco e lo porta via. Lo noto ogni volta che una cliente s'impegna e ottiene risultati: esce dalla nebbia di emozioni e sentimenti grevi, e finalmente si sente bene, è serena, sicura di sé e delle proprie scelte.

L'organizzazione personale è un insieme di capacità che ci permettono di vivere appieno il nostro presente, di crearci degli ottimi ricordi e di avere una mente libera e creativa per dedicarci alle cose che contano davvero, per noi e per gli altri e per ciò che ci circonda. Soprattutto ci permettono di avere una vita sana e in salute.

Il concetto di salute è bellissimo: è quello stato di benessere fisico, mentale e sociale che otteniamo quando riusciamo a sviluppare le nostre potenzialità con l'aiuto delle competenze per la vita.

Le competenze per la vita (o life skill) sono abilità psicosociali che ci aiutano a risolvere con efficacia le difficoltà quotidiane e a comportarci in modo positivo con gli altri. L'Organizzazione Mondiale della Sanità ne ha identificate dieci, divise in tre gruppi:
  1. emotive – la consapevolezza di sé, la gestione delle emozioni e la gestione dello stress;
  2. relazionali – l'empatia, la comunicazione efficace e le relazioni efficaci;
  3. cognitive – risolvere i problemi, prendere decisioni, il pensiero critico e il pensiero creativo.
L'organizzazione personale sviluppa e mantiene le competenze emotive e cognitive: quando organizzi gli impegni nel tempo o gli oggetti nello spazio, sei consapevole di un problema, delle tue emozioni e delle tue risorse (consapevolezza), trasformi le emozioni spiacevoli in piacevoli (gestione delle emozioni), elimini e previeni le cause dello stress (gestione dello stress), decidi che cosa pensare e fare (pensiero critico), immagini scenari e soluzioni (pensiero creativo), risolvi problemi in modo pratico e prendi decisioni sicure.

Mentre organizzi, affermi la tua autonomia, riconosci i tuoi meriti e ritrovi fiducia in te stessa e nelle tue scelte. Ti senti bene e sei sempre più motivata a continuare questo percorso iniziato per prenderti cura di te e degli altri e di ciò che ti circonda. Ti senti talmente bene che questo influisce sulla percezione che hai di te stessa e degli altri, e che gli altri hanno di te.
  L'organizzazione quindi favorisce lo sviluppo anche delle competenze relazionali, e completa il cerchio: sei sicura di te, hai uno stile di vita sano, relazioni appaganti e la tua vita si arricchisce di soddisfazioni continue.

È innegabile: questo periodo ci ha messo alla prova, è stato difficile per tanti motivi diversi (la convivenza prolungata, la separazione, l'incertezza economica, la malattia, la mancanza degli spazi aperti), abbiamo dovuto adattarci alla situazione e ci siamo abituati a nuovi gesti e nuovi modi di vivere la quotidianità. Per fare questo ci siamo ri-organizzati e, mentre cercavamo le soluzioni migliori per noi, abbiamo allenato le nostre competenze di vita.
  Quindi, sotto sotto, questo periodo ci ha regalato una vera opportunità.

paroladordine salute e professional organizer

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...