sabato 23 dicembre 2017

Auguri!

Ti scrivo in diretta dal mio divano. Sul tavolino accanto ci sono: una tazza di tè bollente con limone e miele, un termometro e pastiglie disinfettanti del cavo orale. Ebbene, ho un forte mal di gola condito con febbre: prosit.

Allora ho deciso di anticipare e, assieme a Monila, ti faccio i migliori auguri per una buona fine e un ottimo inizio!

PS. Ci ritroviamo a metà gennaio!

giovedì 21 dicembre 2017

La stanza verde di Cri: Inverno

Finalmente è arrivato l'inverno!
La mia stagione preferita: amo il freddo e, soprattutto, amo alla follia la neve, il silenzio ovattato che si crea mentre i fiocchi cadono, uscire ben intabarrata a spalare, mentre il marito impreca perché, invece, lui non la ama molto. Amo sentire il rumore dei rami che si liberano del peso della neve, appena la temperatura si alza un pochino.
Anche le piante "amano" la neve o meglio, ne hanno bisogno per la riserva idrica che si viene a formare e i semi hanno bisogno di un periodo di freddo per poter germinare.
Erroneamente si può pensare che in giardino, durante l'inverno, non ci sia nulla da fare, invece ci sono molti lavori che puoi organizzare.

In giardino, fino al mese di febbraio hai tempo per potare arbusti e alberi: attenzione a non eliminare le gemme da fiore!
Controlla le previsioni del tempo, se sono previste gelate, provvedi a pacciamare le erbacee perenni e gli arbusti meno resistenti al freddo. Per evitare rotture causate dalla neve, puoi legare tra di loro i rami degli arbusti.
A fine inverno, se il terreno non è gelato, è tempo di mettere a dimora le piante a radice nuda o di traslocare quelle che vuoi spostare, senza che patiscano.
L'inverno è anche il momento ideale per consultare cataloghi, compilare la lista dei desideri botanici e disegnare nuove aiuole e combinazioni: hai tanto tempo per sbizzarrirti!
Il nostro giardino non è solo abitato dalle nostre amate piante, ma ci sono alcuni altri abitanti che, in inverno, hanno bisogno delle nostre attenzioni, sto parlando degli uccellini. In questo periodo faticano a trovare da mangiare, puoi provvedere mettendo loro a disposizione palline di grasso con dentro i semini (si trovano nei negozi di animali e in qualche supermercato) oppure puoi fare delle collane con le arachidi, basta infilzare il guscio con del fil di ferro e poi appenderle ai rami di un albero. Gli uccellini ti delizieranno con le loro evoluzioni per mangiare e in primavera ed estate ti ricompenseranno mangiando i parassiti delle tue piante. Provvedi anche a fornire loro sempre dell'acqua, in inverno faticano di più a trovarla.

paroladordine-inverno-semi

Anche nell'orto ci sono alcuni lavori che puoi fare d'inverno. Prima di tutto proteggi le colture autunnali dalla neve, per poterle raccogliere più facilmente: puoi usare dei mini tunnel o dei rami e delle foglie, questo provvederà anche a tenerle al caldo.
Se hai la stufa o il caminetto, raccogli la cenere e spargila sul terreno, dopo due-tre giorni interrala un poco con una zappetta, servirà a migliorare il suolo.
Puoi cogliere l'occasione, se non l'hai già fatto, per prenderti cura degli attrezzi: puliscili con una spazzola di ferro e proteggi le parti metalliche passando uno straccio imbevuto d'olio.

In casa le piante devono essere protette dal freddo. Se devi arieggiare una stanza, prima spostale in modo che non prendano correnti gelide. Organizza uno spazio per loro in modo da potertene prendere cura più facilmente, inoltre, tutte insieme sono più belle da vedere.
Noi abbiamo trasformato il bagno in una serra, appendendo anche le piante al soffitto, ovviamente abbiamo scelto specie adatte che non richiedono luce diretta e hanno bisogno di temperature costanti. Soprattutto sono contente quando faccio la doccia, visto che l'acqua mi piace a temperature ustionanti, ma lo faccio per loro, per creare un vapore caldo. Gli altri giorni nebulizziamo spesso le foglie, per questo teniamo a portata di mano uno spruzzino.

paroladordine-inverno-serra

Sul balcone, invece, abbiamo sostituito le piante estive con specie adatte alle temperature rigide, in particolare abbiamo scelto viole e Iberis sempervirens, una pianta semplice da coltivare che crea dei bellissimi cuscini di fiorellini bianchi. In inverno, a differenza dell'estate, bagna le piante durante le ore più calde, ma non tenere l'acqua nell'innaffiatoio, potrebbe gelare e danneggiarlo.

Se in casa hai un albero di Natale vero, ricordati di tenerlo lontano dalle fonti di calore e tieni sempre il sottovaso pieno d'acqua. Dopo le feste mettilo sul balcone, in una posizione dove d'estate possa stare a mezz'ombra, lo stesso se lo tieni in giardino. Ogni due anni cambiagli il vaso e vedrai che passerete molti natali insieme. Se non hai spazio per tenerlo durante l'anno, puoi chiedere al vivaio dove l'hai comprato se lo tiene in "affido".


A questo punto non mi resta che augurarti un Buon Natale e un Sereno 2018 pieno di piante splendide di cui prenderti cura.
Ringrazio Alessandra per l'opportunità che mi ha dato nel partecipare a questa avventura e le auguro di percorrere con passo leggero e felice il percorso che ha intrapreso!

martedì 19 dicembre 2017

Lo spazio (in)finito

Se faccio un gioco e unisco la parola “fine” alla parola “spazio”, mi vengono in mente molti pensieri satelliti che vorticano attorno a un’unica idea.

Primo pensiero: lo spazio infinito.

Se potessimo, vorremmo che lo spazio si estendesse all’infinito attorno a noi. Lo riempiremmo di tutti i nostri ricordi, di tutti gli oggetti passati tra le mani durante la nostra vita - anche quelli inutili, che non ci rappresentano (ma sono “di moda”), ci opprimono, non ci sono mai piaciuti, quelli tanto desiderati e presto dimenticati. Compreremmo mobili più grandi, allargheremmo le case, pur di farceli stare e non decidere mai di che cosa abbiamo davvero bisogno.

Secondo pensiero: lo spazio finito.

Il termine “finito” può avere un’accezione negativa e una positiva. Lo spazio finito è limitato: piccolo, stretto, insufficiente per contenere noi e le nostre sostanze. Oppure, lo spazio finito è compiuto in ogni suo dettaglio: ogni angolo ha un ruolo, contiene ciò che serve e ci accoglie con calore.

Terzo pensiero: fine allo spazio.

Diamo un fine allo spazio: uno scopo, un motivo per cui esistere. Altrimenti non avrà identità e dalla confusione nascerà solo altra confusione.
Diamo anche una fine allo spazio: siamo davvero sicuri di averne bisogno di più ? Per farci che cosa, stiparlo di altri oggetti?

Quarto pensiero: spazio alla fine.

Diamo spazio alla fine: quando è giunto il momento di cambiare (a volte arriva in modo prepotente), accogliamolo e facciamo spazio a tutto ciò che finisce. Poi, lo sappiamo, qualcosa di nuovo inizierà: ogni fine porta con sé un inizio, un piccolo seme di opportunità.

Una cosa ho imparato, quest’anno, sullo spazio: desidero solo che sia “mio” e accolga la mia vita con armonia, equilibrio, semplicità e bellezza.

paroladordine-spazio-specchio

giovedì 14 dicembre 2017

Il Calendario di Paroladordine per la Famiglia

Sono stata in forse fino all'ultimo, ma alla fine ho deciso: il Calendario di Paroladordine per la Famiglia quest'anno non c'è.

Una (grossa) parte di me non voleva più stamparlo, per varie difficoltà sparse lungo il cammino e per lasciare il posto a qualcosa di nuovo. Qualcosa di nuovo non è arrivato (vedi sopra alla voce "difficoltà sparse"), in compenso mi sono arrivate richieste per il calendario...
Un (piccola) parte di me lo voleva ancora, perché funziona bene ed è Lo Strumento per l'organizzazione familiare preferito in casa nostra, anche da mio marito (= gran successo).
Quindi?

Ho iniziato a comporre un semplice calendario fai-da-te da stampare e realizzare a casa per la mia famiglia, poi ho pensato che può funzionare anche per la tua, se vuoi.
Quindi, il Calendario di Paroladordine per la Famiglia quest'anno non c'é, ma solo fisicamente: puoi scaricarlo, infatti, e assemblarlo da sola.

Istruzioni per l'assemblaggio

  1. Scarica il Calendario di Paroladordine per la Famiglia 2018 sul tuo computer.
  2. Stampa su fogli in formato A4 (meglio se di 120 gr per i mesi e di 200 gr per la copertina e il fondo) usando la funzione fronte-retro.
  3. Rilega il calendario con una spirale sul lato corto in alto (in cartoleria) e aggiungi un gancio ad anello (sempre in cartoleria).
  4. Appendi il calendario e usalo!
paroladordine-calendario-famiglia-2018

Istruzioni per l'uso

  • Segna subito le attività con scadenza fissa annuale, mensile e settimanale.
  • Aggiungi i compleanni, gli anniversari, le feste e le vacanze.
  • Ogni mese segna in nota quel che vorresti fare assieme alla tua famiglia (visitare una mostra, passeggiare nei boschi, imparare un nuovo gioco).
  • Ogni settimana segna i tuoi impegni e controlla quelli degli altri, per avere sott'occhio la situazione.

paroladordine-calendario-famiglia-2018-mesi

Non sempre tutto è perduto: anche nei momenti aspri di "difficoltà sparse" si trova una soluzione dolce. E non c'è nulla di più dolce della condivisione!

Buon uso del tempo, a te e alla tua famiglia.

martedì 12 dicembre 2017

Il tempo non finisce mai

Poco ma sicuro: il tempo non ha fine. Il mio tempo, invece, ha un inizio, un durante (fatto di scansioni, ritmi, volate e pause) e una fine: se mi fermo e ci penso, desidero solo usarlo nel migliore dei modi senza sprecarne nemmeno un nano-secondo.

Non significa riempirlo di cose da fare a oltranza, perché non si sa mai, il tempo corre e non so se poi avrò il tempo di farlo.
Significa viverlo, momento dopo momento, proprio come desidero:
svegliarmi al mattino felice di fare quel che devo fare e addormentarmi la sera soddisfatta, non vedendo l'ora d’iniziare una nuova giornata.
Non è un’utopia e nemmeno un sogno: tanti anni fa ho vissuto così e così voglio tornare a vivere ancora. I miei desideri sono molto semplici:
  • lavorare bene e raggiungere i miei obiettivi con impegno, soddisfazione e serenità;
  • prendermi cura di me, corpo, anima e vita;
  • divertirmi a fare ciò che mi fa star bene con le persone che mi fanno star bene;
  • essere capace di vivere le emergenze con sicurezza.

È vero, il tempo non finisce mai e non si ferma ad aspettarci: è nella sua natura. Perciò, invece di affannarti a inseguirlo e di corrergli dietro (magari dandogli del tiranno!), prova ad andargli incontro: la tua vita cambierebbe, cambierebbe tutto.

paroladordine-tempo-alleato

giovedì 7 dicembre 2017

Musica per una nuova fine

Non ho dubbi: la canzone giusta per dicembre, il mese che segna la fine dell'anno, è The NeverEnding Story di Limahl.

Perché tutto ciò che finisce, in realtà, si trasforma, diventa un passaggio verso qualcosa di nuovo e inimmaginabile: la storia - la nostra storia - va sempre avanti, nonostante le cesure del tempo.

Allora viviamolo bene, questo ultimo tratto di strada, perché ci porterà a nuovi e infiniti sentieri: che siano sereni e ricchi di opportunità!


Se premi il pulsante Spotify, qui a destra, puoi ascoltare tutte le liste musicali degli scorsi anni e la "colonna sonora" del 2017.
Buon ascolto!

martedì 5 dicembre 2017

Finire in bellezza

È stato un anno di soddisfazioni e fatiche erculee. Arrivo a dicembre dopo undici mesi di lavoro continuo e senza pause rigenerative: o mi fermo o crollo. Ho deciso di fermarmi per un mese e mezzo, dall'uno di dicembre al quindici di gennaio.
Avrò pochi, pochissimi impegni (un viaggio di lavoro, un progetto editoriale da concludere, due clienti con stili di vita da riorganizzare) e tanto tempo per me. Riprenderò le sane abitudini, ne inizierò di nuove, mi prenderò cura di me e del lavoro, della famiglia e della casa.

Ho realizzato (quasi) tutti i propositi di inizio anno:

  • ho seguito i miei ritmi: allegri al mattino e tranquilli al pomeriggio; a volte li ho forzati, pur sapendo che avrei consumato tantissima energia - ma sempre per una buona causa!
  • mi sono concentrata solo su ciò per cui ne vale la pena, dicendo no a persone, pensieri, attività e impegni che succhiano energia senza dare nulla in cambio: la vita è più lieve, senza di loro!
  • ho pensato al lavoro solo nelle ore dedicate al lavoro (tranne quando il lavoro mi ha riempito la testa - soltanto cinque settimane, giuro!): staccare completamente è difficile, ma non impossibile!
  • non mi sono riposata tanto quanto mi sono stancata, ma ho intenzione di recuperare nelle prossime settimane: porterò avanti e concluderò i miei impegni con tranquillità e serenità.

Voglio finire in bellezza questo anno bello e faticoso. Un anno che mi ha regalato una consapevolezza in più: non dimenticarmi di me.
Ed è proprio questa "illuminazione" che voglio regalarti:
quando corri tutto il giorno con la sensazione di non raggiungere mai la meta,
quando impegni e persone ti risucchiano preziosa energia senza darti nulla in cambio,
quando ti senti in colpa se non rispondi all'ultima email (notturna),
quando incastri mille impegni in poche ore senza mai fermarti,
ricordati di te, di quanto sono preziosi il tuo corpo e la tua mente.
paroladordine-corpo-mente

venerdì 1 dicembre 2017

Dicembre, una nuova fine

Accolgo la fine dell'anno con un profondo sospiro di sollievo e compiacimento. Già mi vedo: accocolata sul divano a godermi il caldo insieme al Baldo, mentre fuori nevica. È l'immagine della serenità, tanto desiderata e infine arrivata.

In qualsiasi modo celebrerai questo momento di passaggio, fa' che siano giorni sereni.
Intanto, ti lascio lo sfondo del desktop di dicembre, con tutte le sfumature del blu invernale.


(clicca su uno dei seguenti formati
per scaricare lo sfondo corrispondente)
 
paroladordine-sfondo-dicembre
 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...