giovedì 12 ottobre 2017

Evento nazionale APOI 2017: presente!

Per me e i miei colleghi Professionisti dell'Organizzazione l'autunno è una stagione di gran fermento: siamo in piena organizzazione dell'evento nazionale APOI!


Il titolo è già un programma: Impara ad organizzarti... divertendoti!
Quest'anno saremo a Torino sabato 11 novembre per diffondere la cultura dell'organizzazione con laboratori interattivi e formativi, divisi in cinque macro-aree:  
  1. alleggerisci e semplifica per dare il giusto valore alle cose
  2. stile di vita per vivere bene il tempo
  3. lavoro e ufficio per lavorare col sorriso
  4. casa organizzata per avere tutto sotto controllo
  5. bambini e famiglia per imparare fin da piccoli le abilità organizzative
Ci sarà anche l'angolo Parla con un P.O. dove potrai chiedere una consulenza personalizzata e gratuita e trovare la soluzione giusta a un problema organizzativo.
A sostenere l'evento nazionale APOI ci saranno, come sempre: Brother, Domopack Living, Organizzare Italia, Studio T e Studio Garattoni&Vaccariello.

Se parteciperai, sarò ben felice di conoscerti!

martedì 10 ottobre 2017

Quel momento della giornata in cui tutto si ferma

Qual è il momento della giornata in cui fai più fatica a lavorare?
Per me è il pomeriggio. Dopo pranzo mi vien sonno e il lavoro da fare "mi fa fatica", ma tanta fatica. Ancor di più ora, con la triade divano-coperta-tè caldo che invitano con fare suadente al riposo assoluto!

Quando sono immersa in un super progetto, una riunione scoppiettante o un intervento dal vivo, il sonno passa in secondo piano e la mia attenzione è tutta protesa a quel che sto facendo.
Se, però, ho un appuntamento di lavoro solo con me stessa, ho qualche difficoltà a rispettare gli orari e tergiverso... Che inizi tardi o in punto, il sonno rallenta il mio cervello e la resa è appena sufficiente. Se poi aggiungi che son pigra di natura...

Allora ho deciso di assecondare il difetto per "fregarlo" e trarne vantaggio. Quando lavoro da casa, invece di stare al computer, ho due alternative:
  1. mi dedico allo studio: comodamente adagiata sul divano e con una musica di sottofondo, rimango concentrata a lungo e senza fatica
  2. se ho delle commissioni da sbrigare in giro, esco di casa e vado in biblioteca: posso scegliere tra tre biblioteche vicine, ciascuna fa orari diversi e tutte insieme coprono ogni pomeriggio; circondata da tutti quei libri, la mia attenzione è alle stelle!

In entrambi i casi unisco l'utile (= lavoro e commissioni) al dilettevole (= comodità del divano e passeggiata dal parcheggio alla biblioteca e viceversa), traggo vantaggio dal difetto, non perdo tempo e continuo a lavorare.

Morale 

Asseconda i tuoi difetti, invece di combatterli: sarà tutto più facile.
paroladordine-difetti

giovedì 5 ottobre 2017

Musica per il riposo

Non è stato facile trovare la canzone giusta per il tema di questo mese. Ninnananne? Inni alla quiete domenicale? Proteste contro il troppo lavoro? Non ci siamo... Desidero qualcosa che sappia sprimere meglio l'alternarsi di euforia e calma tipico delle giornate ottobrine.

Alla fine l'ho trovata: It's, oh, so quiet di Björk. Le note, la voce, le parole e l'interpretazione esprimono molto bene il piacere di saper godere, in egual misura, dei giorni opachi e dei giorni scintillanti!


Se premi il pulsante Spotify, qui a destra, puoi ascoltare tutte le liste musicali degli scorsi anni e la "colonna sonora" del 2017.
Buon ascolto!

martedì 3 ottobre 2017

Meteoropatia o...

Potrei dire di essere meteoropatica, cioè che soffro per ogni cambiamento climatico stagionale, e che temo ottobre perché è un mese in bilico tra giornate ancora serene e calde, e giornate ormai piovose e fredde. Poi, a ottobre torna l'odiosa ora solare (alla fine del mese, ma ci si deve pur preparare, no?) con i suoi pomeriggi corti e bui.

Direi una bugia: non soffro per il buio, né per le piogge, né per il freddo. Non ne vado matta (guidare nella nebbia o camminare sotto la pioggia incessante non mi riempiono di gioia), ma quest'anno ho deciso di viverli come un'opportunità in più di riposo.
Ottobre è appena iniziato e già mi mette addosso una gran voglia di rallentare, fantasticare, avvolgermi in una coperta, riscaldare la tana e prepararmi al letargo.

Quest'anno giuro che non mi lamenterò per le condizioni climatiche: con qualche piccolo aggiustamento le mie giornate procederanno come prima (allenamento, lavoro, casa, famiglia) e, quando farà freddo/pioverà/sarà buio, godrò con più intensità dei momenti di riposo: saranno un'ottima occasione per ricaricare l'energia più in fretta e più a lungo.

paroladordine-energia-riposo

domenica 1 ottobre 2017

Ottobre e il riposo

Ottobre è l'inizio dell'autunno, quello vero, che alterna giornate di sole e colori vivi alle prime (fredde) promesse d'inverno.
Ottobre è: piogge grigie e incessanti, freddo, cambio dell'ora, meno ore di luce, più buio...
Ma è anche: il profumo intenso di uva fragola e osmanto odoroso, le castagne, le zucche, il fuoco che scoppietta nel camino, le coperte all'uncinetto!

Come ogni mese, anche ottobre, ha i suoi pro e contro. Per me è il momento del riposo e delle abitudini che cambiamo per seguire la nuova fase dell'anno e prepararmi all'inverno.

Ti lascio lo sfondo del desktop di ottobre, di un viola profumatissimo.


(clicca su uno dei seguenti formati
Per scaricare lo sfondo corrispondente)
 
paroladordine-sfondo-ottobre
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...