mercoledì 18 febbraio 2015

La squadra di Paroladordine: Mayda!

Lo ammetto: sono orgogliosa della squadra di Paroladordine.
Oggi ti presento Mayda, una delle due amiche con cui ho aperto il gruppo di Paroladordine. Lei è tante persone in una sola: gran conoscitrice della natura umana, osservatrice attenta, narratrice ironica, poetessa della vita, organizzatrice nell'anima (e di fatto), amante della semplicità e dei valori fondamentali.

paroladordine-squadra-mayda

Ciao! Sono Mayda, Q.Q. messicana (per il significato dell'acronimo vedi qui, n.d.r.), figlia di un cantante rock psichedelico e della sosia di Emily Gilmore. Ho traslocato almeno quindici volte per via degli impegni paterni, ma ora sono felicemente trapiantata a Roma e vivo con mio marito Diego e nostro figlio Stef, seienne ordinatissimo di natura. Nella mia vita precedente (la messicana) ho studiato pedagogia e seguito diversi master e corsi su temi umanistici (anche qualcuno in - udite udite - gestione della casa per far contenta la mamma!); ho insegnato fin da subito le stesse materie e coordinato diverse forme di volontariato e lavoro sociale - ospizi, asili, ospedali, strada, comunità: tutti diversi e tutti hanno riempito la mia vita, aiutandomi a diventare flessibile e attenta ai bisogni altrui. Nella mia vita attuale (la romana) come moglie e madre uso la flessibilità per soddisfare i bisogni dei miei due uomini, il progetto più entusiasmante e complesso a cui abbia mai partecipato.
Il mio rapporto con l'organizzazione? Da sognatrice cronica, procrastinatrice devota e filosofa della tastiera, la mia è la storia di una messicana barocca alle prese con gli spazi italiani - belli, ma piccoli. Il mio approccio a organizzare nasce proprio dall'abbinare questi due aspetti, scoprendo un'attività tremendamente creativa e stimolante: una sfida che giorno per giorno risolve tanti problemi (anche avere più tempo libero). Senza dimenticare che a volte aprire un armadio pensato, curato e mantenuto fa anche sorridere di piacere.
Quando ho notato la grande empatia sull'organizzazione con Alessandra ed Emanuela è stato un colpo di fulmine! Abbiamo subito iniziato a scambiarci informazioni e confrontarci, finché un giorno mi sveglio e... mi ritrovo in un gruppo meraviglioso appena nato, Paroladordine. Mi sento come quella piccola ape della canzone No rain dei Blind Melon (sembra di mille anni fa, ma è della fine degli anni Ottanta - ecco sto iniziando a divagare...): parliamo la stessa lingua - l'organizzazione -, vogliamo trovare un posto alle cose e, soprattutto, vogliamo migliorare la nostra vita. Siccome il mio percorso è stato davvero tortuoso, adesso mi piace incoraggiare chi teme di non farcela (come una cheerleader!): sono rimasta una "professoressa dentro" e nutro una grande passione per l'essere umano, quindi per Paroladordine contribuirò con esempi, aneddoti e personaggi da cui prendere ispirazione.


12 commenti:

  1. Oh che gioia... troppo contenta che ci sia anche Mayda :D

    RispondiElimina
  2. Una presenza insostituibile ❤️

    RispondiElimina
  3. Ci sarà da divertirsi riordinando a suon di musica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anto, sarò in una veste un po riflessiva ma qualche sorriso sicuramente!

      Elimina
  4. Risposte
    1. un po logorroica, ho dovuto tagliare tutta la infanzia e adolescenza ah ah grazie

      Elimina
  5. Che sorpresa - non sorpresa! Non potevi non esserci, cara Mayda, per quello che hai scritto e per come ti conosciamo noi, cara la nostra messicaliana. <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elena grazie di cuore <3 sono felice di essere parte si

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...