martedì 25 novembre 2014

Pronti, partenza, via! Il bagaglio in aereo

Pronti per la prima lezione di “organizzazione in viaggio”? Cominciamo con il chiarire che un viaggio sereno è soprattutto un viaggio ben organizzato: nulla di complicato, solo tante piccole accortezze nella programmazione dell’itinerario e nella gestione e preparazione dei bagagli. Ed oggi, proprio dai bagagli iniziamo!

Scommetto che anche tu, come me, hai un attacco di ansia ogni volta che devi preparare una valigia: qual è la valigia più indicata, cosa portare, come piegare i vestiti, cosa è meglio acquistare direttamente sul posto? E poi, in caso di viaggio aereo: cosa è vietato inserire nel bagaglio a mano? Potrò portare il passeggino del bimbo? Cosa succede se una volta a destinazione la valigia è smarrita? Calma! Basta avere carta e penna sottomano, una connessione internet, un po’ di pazienza e la valigia perfetta non sarà più un miraggio! Per prima cosa, è importante aver chiaro il mezzo di trasporto che utilizzerai: viaggiare in auto non è la stessa cosa di viaggiare in treno, in nave o in aereo e, di conseguenza, dovrai differenziare. Se con l’auto la libertà è massima e quindi non mi soffermerò troppo sulle astuzie da adottare, se per la nave ed il treno l’unica vera difficoltà è costituita dal peso del bagaglio che dovrai trasportare, devi riservare molta più attenzione al bagaglio in caso di viaggio in aereo. 


La valigia in aereo:

  • prima ancora di cominciare a riempire le valigie, verifica se quelle che hai a disposizione rientrano nelle misure ammesse;

  • le dimensioni dei bagagli, così come la franchigia (*) di peso ammessa in stiva, variano da una compagnia aerea ad un’altra, differenziate per il bagaglio a mano e per il bagaglio “registrato”, ovvero che andrà inserito nella stiva dell’aereo. Il consiglio che ti do è di investire 10 minuti del tuo tempo per creare una scheda su cui riportare le misure esatte di tutte le valigie che hai, in modo di avere sempre sottomano la situazione sotto controllo e non dover perdere tempo prezioso in misurazioni dell’ultimo momento. Ti lascio una scheda che puoi scaricare e stampare;
     
paroladordine-organizzazione-misure-valigie


  • se decidi di mettere in stiva il bagaglio devi utilizzare valigie robuste: gli addetti al carico/scarico bagagli hanno un modo tutto loro di trattare i colli, molto “sportivo”, con conseguenti ammaccature e graffi;
  • per limitare i danni da trasporto, puoi far imballare nel cellophane la tua valigia: in aeroporto trovi sempre dove poter acquistare per pochi euro questo utile servizio che avrà un effetto deterrente contro eventuali malintenzionati e preserverà il guscio esterno della valigia da sfregamenti e colpi;
  • ricordati di applicare sempre la targhetta di riconoscimento con nome, cognome, indirizzo di casa, recapito telefonico ed indirizzo temporaneo;
  • inserisci su un foglio A4 gli stessi dati e mettili dentro la valigia, nel caso la targhetta esterna si strappi o si perda. Anche qui ti lascio un piccolo gadget (grazie, Isabella!) che potrai scaricare, salvare e stampare quando necessario;
paroladordine-organizzazione-etichette-bagagli

  • se il tuo viaggio è limitato a pochi giorni, vuoi velocizzare l’imbarco ed evitare di perdere tempo all’atterraggio per recuperare il bagaglio, valuta la possibilità di partire con il solo bagaglio a mano, che porterai con te in cabina;
  • sul nastro di riconsegna bagaglio c’è sempre una preponderanza di valigie blu o nere del tutto anonime che è facile scambiare. Ti suggerisco una piccola accortezza, che ti permette di essere creativa anche nella preparazione del bagaglio e di adocchiarlo non appena compare: un bel fiocco sulla tasca esterna, un giro di washi-tape (nastri di carta adesivi colorati riposizionabili) sulla maniglia, un grosso stencil fatto con i colori acrilici o un adesivo buffo semplificano il recupero del bagaglio!

Per quanto riguarda i costi del trasporto del bagaglio, in via generale:
  • le compagnie aeree low cost includono un bagaglio a mano nel costo del biglietto, mentre per il bagaglio da stiva si paga un extra (le tariffe variano in base alle destinazioni ed ai vettori);
  • le compagnie di linea generalmente includono nel biglietto sia un bagaglio da stiva che un bagaglio a mano, anche se per abbattere i costi qualche compagnia più blasonata inizia ad applicare tariffe extra anche per i bagagli da stiva.
Vediamo ora cosa consentono di portare, come bagaglio a mano, le principali compagnie aeree:

Ryanair: un bagaglio a mano gratuito di dimensioni non superiori a 55 x 40 x 20 cm con peso massimo di 10 kg. e dimensioni, più una borsa piccola fino a 35 x 20 x 20 cm per passeggero. Bagaglio da stiva a pagamento con costi che variano in base alla destinazione. Con Ryanair puoi registrare fino a due bagagli, con un peso non superiore a 15 o 20 kg. ciascuno, e dimensioni non superiori a 81 x 119 x 119.

Vueling: un bagaglio a mano gratuito di dimensioni non superiori a 55 x 40 x 20 con peso massimo di 10 kg. più una piccola borsa. Bagaglio da stiva a pagamento: nel momento in cui scrivo, ogni tratta ha un costo che varia da 19 a 29 euro per il primo collo se richiesto al momento della prenotazione, altrimenti di 35 euro a tratta se decidi di registrarlo successivamente. Il secondo ed il terzo bagaglio costano molto di più. Puoi inserire al massimo 23 kg. in ciascun bagaglio.

Easyjet : un bagaglio a mano gratuito di dimensioni non superiori a 50 x 40 x 20 (imbarco in cabina garantito) oppure un bagaglio a mano gratuito di dimensioni massime non superiori a 56 x 45 x 25 cm (su alcuni voli potrebbe essere alloggiato in stiva senza costi) più una piccola borsa. Bagaglio da stiva a pagamento con costi che variano in base alla destinazione; ogni singolo bagaglio registrato non deve superare le dimensioni massime consentite complessive pari a 275 cm (A+L+P)e non eccedere il peso di 20 kg.

Alitalia: un bagaglio a mano gratuito di dimensioni non superiori a 55 x 35 x 25 e peso massimo di 8 kg., più una piccola borsa. Bagaglio da stiva gratuito (in base alla destinazione ed alla classe di viaggio, nonché della data di emissione del biglietto, puoi portare 1 o 2 bagagli di peso massimo di 23 o 32 kg. che non superino le dimensioni massime consentite complessive pari a 158 cm (A+L+P).

Lufthansa: bagaglio a mano gratuito di dimensioni non superiori a 55 x 40 x 23 cm (in business ed in first sono consentiti due bagagli a mano), peso massimo di 8 kg. Bagaglio da stiva gratuito (la franchigia varia in base alla classe di viaggio: per saperne di più, consulta la pagina dedicata della compagnia.)

Air France: bagaglio a mano gratuito di dimensioni non superiori a 55 x 35 x 25 cm. e peso massimo di 12 kg. (in business ed in first sono consentiti due bagagli a mano con peso totale massimo di 18 kg.). Bagaglio da stiva gratuito (la franchigia varia in base alla destinazione: per saperne di più, consultare la pagina dedicata della compagnia.)

KLM: bagaglio a mano gratuito di dimensioni non superiori a 55 x 35 x 25 cm. e peso massimo di 12 kg. Bagaglio da stiva non sempre gratuito (la franchigia varia in base alla destinazione: per saperne di più, consultare la pagina dedicata della compagnia).

Iberia: bagaglio a mano gratuito di dimensioni non superiori a 56 x 45 x 25 cm e peso massimo di 12 kg. Bagaglio da stiva gratuito (la franchigia varia in base alla destinazione: per saperne di più, consultare la pagina dedicata della compagnia.)

British Airways: 1 bagaglio a mano gratuito di dimensioni non superiori a 56 x 45 x 25 cm. ed 1 baglio a mano di dimensioni non superiori a 45 x 36 x 20, entrambi di peso massimo di 23 kg. (al momento del check-in, i passeggeri devono essere in grado di inserire autonomamente il bagaglio nella cesta con le esatte dimensioni ammesse a bordo). Un bagaglio da stiva è gratuito (per saperne di più sulla franchigia, che varia in base alle destinazioni, controlla sul calcolatore). Attenzione: gli articoli acquistati in aeroporto, inclusi gli articoli acquistati dal duty free, sono conteggiati nella franchigia bagaglio gratuita. Se il numero di bagagli eccede i 2 colli, potrebbe essere applicato un supplemento.

Aer Lingus: bagaglio a mano gratuito di dimensioni non superiori a 55 x 40 x 24 cm e peso massimo di 10 kg. Bagaglio da stiva a pagamento in base alle dimensioni ed al peso (qui trovi più informazioni).

Emirates: in economy, bagaglio a mano gratuito di dimensioni non superiori a 55 x 38 x 20 cm. e peso massimo di 7 kg. più una piccola borsa. In first e business si può aggiungere un secondo collo di dimensioni non superiori a 45 x 35 x 20 cm. per 7 kg. di peso. Bagaglio da stiva gratuito (per verificare la franchigia, che vari in base alla destinazione, puoi utilizzare il calcolatore). Attenzione: gli acquisti al duty free (liquori, sigarette e profumi in quantità ragionevoli), può essere aggiunto ai bagagli normalmente permessi.

Ethiad: in economy, bagaglio a mano gratuito di dimensioni non superiori a 40 x 50 x 21 e peso massimo di 7 kg. più una piccola borsa. In first e business si può aggiungere un secondo collo per un totale di 12 kg. di peso. Bagaglio da stiva gratuito (la franchigia varia in base alla destinazione.)

Air Canada: bagaglio a mano gratuito di dimensioni non superiori a 55 x 40 x 23 cm. e peso massimo di 10 kg. più una borsa piccola di misure non superiori a 16 x 33 x 43 cm. Bagaglio da stiva generalmente gratuito (la franchigia varia in base alla destinazione; per sasperne di più usa il calcolatore).

Le misure citate sono “fuori tutto”, ovvero comprendono tasche, ruote e maniglie. Mi raccomando, occhio al peso del tuo bagaglio: per evitare all'imbarco spiacevoli richieste di pagamento per peso eccedente, pesa la valigia prima di arrivare in aeroporto: sei sicuro che ti serve davvero tutto quello che hai messo in valigia? Per tutte le altre informazioni e per gli altri vettori, ti viene aiuto internet: tutti i portali delle compagnie aeree hanno una sezione specifica, sempre molto dettagliata, sui bagagli consentiti e le misure ammesse, nonché delucidazioni sui bagagli fuori misura.


(*) FRANCHIGIA BAGAGLIO: individua il quantitativo di ciò che può essere trasportato senza esborso di denaro da parte del viaggiatore. Varia a seconda delle compagnie, della classe di viaggio e della destinazione.

4 commenti:

  1. Emh...io sono 15 anni che non prendo un aereo...dovesse ricapitare tornerò a questo post,garantito! Grazie ^_^

    RispondiElimina
  2. Wow wow wow, voglia di partire a mille e di sfoggiare pure le etichette :D Grazie Claudia

    RispondiElimina
  3. Io viaggiatrice della...domenica. :) ma seguo sempre i tuoi post con grande interesse. Vorrei viaggiare sempre ma l argent sempre lui fa la guerra. ;)

    RispondiElimina
  4. Non amo particolarmente gli aerei, ma le etichette sono troppo belle !!!! Penso proprio che le userò anche per il treno :o)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...