martedì 25 luglio 2017

Raccogliamo consapevolezza

Abbiamo scoperto che il kakebo non fa per noi. Forse ci sfugge il segreto del suo funzionamento; o non riusciamo a trovare il momento giusto per compilarlo; oppure siamo già colpiti dalle spese e vorremmo evitare altre ferite.

Sta di fatto che in questi ultimi mesi l'abbiamo usato quando capitava e senza convincimento. Sappiamo già quali sono le nostre spese maggiori, da quale parte spirano gli imprevisti, e che talvolta sgarriamo - pur conoscendo le conseguenze.

Le categorie più gettonate sono sopravvivenza (spesa, trasporti, medicine, Baldo) e extra (emergenze varie); segue la categoria piacere (bar), spesso per lavoro e talvolta per piacere (per esempio, il gelato della domenica!); mentre è completamente vuota la categoria cultura (per fortuna esistono i compleanni).
Il kakebo ci è servito per confermare quel che già sapevamo. Ora abbiamo bisogno di un sistema che vada oltre.

Consapevoli delle nostre entrate, delle nostre uscite e dello stile di vita che desideriamo, in questi giorni abbiamo preso una decisione che ci renderà più sereni.

paroladordine-raccolto-denaro
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...