martedì 10 luglio 2018

Ogni quanto ricarichi la tua energia?

L’energia, più di tutte, è la risorsa personale che curo con attenzione.
Ho passato anni a sperperarla, senza mai soffermarmi sulle conseguenze: spossatezza, mancanza di lucidità, malattie – dalle più banali alle più gravi. C’era sempre qualcosa di più importante della mia salute, mille impegni che rubavano piccole (e a volte grandi)  dosi quotidiane di energia. Non capivo che, una volta esaurita del tutto, mi sarei esaurita anch’io. E così è successo: sedici anni fa, dieci anni fa, quattro anni fa, l’anno scorso… Il tempo di ripresa diventa ogni volta più lungo e più faticoso è mantenere l’energia a un livello adeguato.

Quando mi sono accorta che la salute mentale e fisica dipende da quanta energia impiego ogni giorno, ho deciso di spenderne meno, risparmiarne di più e farne scorta appena posso.
Significa che ho ridimensionato la mole dei miei impegni, ho imparato a pretendere meno da me stessa, a rispettare i miei ritmi e i miei bisogni (riposo, innanzitutto!). Ho riscritto le pagine dell’agenda, ricalcolato per eccesso il tempo necessario per ogni attività, contato sulla comprensione di chi vive e lavora con me. Soprattutto ho inserito molte pause rigenerative.

Anche tu hai scoperto di essere una comune mortale e non una super eroina come credevi (o ti hanno fatto credere)? Bene, è un ottimo inizio. Per procedere in questa direzione, puoi prendere spunto da quanto ho imparato: ti racconto, infatti, ogni quanto tempo ricarico la mia energia.

Ogni giorno

Al mattino, appena sveglia e prima che inizi a lavorare: la colazione o la pausa in bagno sono momenti preziosi, senza pensieri molesti e interruzioni. In silenzio e con calma puoi prenderti cura di te per iniziare bene la giornata.
Organizzati: vivi in una casa affollata? Svegliati mezz’ora prima degli altri e la pace è assicurata.

In pausa pranzo: mangia bene, goditi ogni boccone, assapora tutti i gusti e assicurati che i tuoi pasti contengano i nutritivi necessari. Appena puoi esci dall’ufficio, raggiungi un parco, pranza con una persona cara, ascolta la tua musica preferita o immergiti in un gustoso romanzo.
Organizzati: sei sempre di fretta e non sai quando e che cosa cucinare? Prepara un menù settimanale (che cosa ti piace mangiare? Che cosa ti mantiene leggera e lucida per le prossime ore di lavoro?) e cucina la sera prima o durante il fine settimana.

Durante le pause tra un’attività e l’altra: mangia uno spuntino (sano), fai quattro passi, prendi una boccata d’aria fresca. Se riesci, fai tutte e tre le cose assieme!
Organizzati: concentrati mentre lavori, evita le distrazioni e premiati con una pausa rigenerativa. Il tuo cervello manterrà la vivacità e lavorerai meglio.

Dopo il lavoro, prima di rientrare a casa: dedica un’ora tutta per te e per sfogarti. Fai ginnastica, una corsa, una passeggiata, prendi un aperitivo, gira per i negozi… 
Organizzati: gli impegni della tua famiglia ti “rubano” tempo? Usa il calendario della famiglia per dividere equamente doveri e piaceri, e avere tutto sotto controllo.

Ogni settimana

Nei giorni del riposo: sono i giorni in cui non si lavora né si pensa al lavoro, i giorni perfetti per un bell’incontro con gli amici e per un’uscita rilassante e rinvigorente. Spegni il computer, silenzia le notifiche delle applicazioni, attiva la modalità aereo sul tuo telefono e resisti - resisti! – alla tentazione di usare il telefono con qualsiasi scusa. 
Organizzati: lavori di sabato e domenica? Usa i tuoi giorni liberi “come se”, proponi un aperitivo invece di una cena, controlla che i luoghi che vuoi frequentare siano aperti proprio quel giorno.

Ogni mese

Nei fine settimana: organizza almeno una visita al mese a un museo, un castello, un sito archeologico, una mostra, una fiera… Amplia i tuoi orizzonti, vivi una piccola avventura con una gita a un luogo del cuore, vicino o lontano.
Organizzati: non sai mai dove andare? Scrivi un elenco di posti da visitare in ogni occasione: nelle stagioni calde, in quelle fredde, col sole, con la pioggia, da sola, in compagnia, vicini, lontani, impegnativi, semplici. Segna anche giorni e orari d’apertura, indirizzo e recapiti.

Ogni stagione

Col cambio di stagione: se sei stanca, parlane col tuo medico e assumi degli integratori. Approfitta di ogni vacanza, festività e ponte stagionale per staccare mente e corpo e dedicarti al dolce far niente.
Organizzati: non puoi permettertelo perché hai troppo lavoro? Pianifica per tempo le tue attività, avvisa con largo anticipo capi, colleghi, collaboratori e clienti, prepara il lavoro per il tuo rientro.

Ogni anno

Periodicamente: controlla che tutto stia andando bene e, se avverti qualche disagio o sei affaticata, corri ai ripari. Fidati del tuo medico e non saltare le visite specialistiche di controllo. Vai in vacanza almeno due volte: non è necessario andare lontano, basta staccare dai soliti ritmi e riposarti – sì, anche a casa! Ma, appena puoi, regalati un viaggio, anzi il viaggio dei tuoi sogni!
Organizzati: a dicembre segna nell’agenda del nuovo anno quando prendere appuntamento per le visite mediche, quando cadranno ferie, feste e ponti, e quando iniziare i preparativi del viaggio dei tuoi sogni.

paroladordine-energia

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...